<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=43543&amp;fmt=gif">

IT | EN

3 MIN LETTURA

Anche quest’anno Kiratech partecipa alla DockerCon, conferenza dedicata all’ecosistema dei container Docker, che quest’anno si tiene nella città di Seattle.

Con questo blogpost andremo a presentare gli annunci fatti durante la Keynote del primo giorno di conferenza.

Come ogni anno Ben Golub, CEO Docker, ha dato il via all’evento rimarcando i 3 elementi fondamentali che sostengono l’impegno di Docker nel progetto di democratizzazione dei Container:

  • Aumento dell’Usabilità
  • Miglioramento della portabilità
  • Community in espansione

Golub ha poi ringraziato l’intero ecosistema tecnologico che sta sotto ai moderni container Linux (namespaces, cgroups, ecc..) e gli oltre 2.900 contributor al progetto open source Docker.

La crescita di Docker è stata veramente lampante, se si pensa ai 125.000 partecipanti alla community nel mondo, alle 460.000 Dockerized Apps, alla crescita del 3.000% dell’utilizzo di Docker nelle aziende, alle 4.1 miliardi di pull image su docker hub che sono stati create.

Golub ha poi introdotto Solomon Hykes, Entrepreneuer & hacker @ Docker. Quest’ultimo ha rimarcato l’obiettivo di Docker di creare strumenti di innovazione di massa. Secondo Solomon i migliori strumenti vengono adattati all’utente e permettono di fare grandi cose in modo semplice; e questo è proprio quello che Docker ha voluto implementare attraverso la community open e l'evoluzione incrementale, migliorando la fluidità e l’esperienza d’uso degli sviluppatori.

A questo punto Hykes ha effettuato il primo annuncio della giornata riguardante il lancio avvenuto qualche mese della versione Beta di Docker per Mac e di Docker per Windows. E’ stato a questo proposito introdotto Aanand Prasad, Engineer @ Docker, che ha effettuato una Demo mostrando l’integrazione tra OS X e Docker per Mac, la relative manutenzione ed il debug di un’applicazione multi-container.

Hykes ha poi presentato la customer story di Splice, chiamando sul palco il suo CTO e fondatore, Matt Aimonetti, che ha raccontato la sua esperienza d’uso di Docker per Mac.

Dopo tale intervento Hykes ha sottolineato i progressi fatti ed i bug risolti su Docker per Mac e per Windows grazie all’aiuto di 70.000 beta testers, ed ha aperto ufficialmente la disponibilità della versione beta, ora utilizzabile da chiunque.

A questo punto Solomon si è focalizzato sull’aspetto dell’Orchestration, che secondo il suo punto di vista costituisce la base per fare funzionare insieme i container e tutti i tool che girano intorno ad essi.

Ed è l’Orchestration che lo ha portato all’annuncio di Docker 1.12, che incorpora tale caratteristica all’interno del Docker Engine.

Le principali funzionalità di Docker 1.12 sono:

  1. Swarm mode: I cluster di auto-organizzazione delle istanze del Docker Engine non richiedono un archivio dati esterno e sono agnostici verso qualsiasi tipologia di infrastruttura.
  2. Crytographic node identity: ogni nodo è identificato univocamente con la propria chiave di crittografia; il Sistema è quindi completamente sicuro per default.
  3. Docker Service API: i cluster supportano e rendono disponibile qualsiasi azione, evitando fallimenti.
  4. Built-in routing mesh: ogni nodo all’interno di Swarm sa esattamente cosa c’è al suo esterno.

Hykes ha sottolineato che il rilascio ufficiale di Docker 1.12 è previsto entro 2 settimane, ma che la nuova funzionalità è già disponibile nell’attuale release e in Docker per Mac / Windows.

A questo punto sono stati introdotti una live Demo sulle nuove funzionalità di orchestration di Docker 1.12 ed il case study Zenly. Quest’ultimo è stato molto interessante, in quanto Zenly, società in grande crescita che fornisce app e servizi di geo-localizzazione, ha spiegato come, per fronteggiare il rapido aumento di volume degli eventi che causavano il blocco della piattaforma, abbia adottato Docker 1.12 e la piattaforma di analytics bare metal.

Hykes ha fatto poi altri 2 importanti annunci riguardanti l’esperienza operation (ops): le versioni beta di Docker per AWS e Docker per Azure. Tali tool sono stati integrati con la piattaforma cloud con l’obiettivo di fornire ai team di operation la stessa esperienza a “basso attrito” di cui godono anche gli sviluppatori.

Un altro annuncio ha riguardato poi il nuovo (e sperimentale) format per unificare le applicazioni multi-container, chiamato Distributed Application Bundle (DAB). Il relativo supporto si può trovare su Docker Compose ed è presente su Docker per AWS e su Docker per Azure.

La Keynote del Day 1 si è poi conclusa con una Demo a cura di Madhu Venugopal e Anand Prasad, che hanno mostrato come, con Docker per AWS sia ora semplice per gli operations team sviluppare dei cluster Docker su larga scala, e hanno introdotto l’utilizzo del nuovo format sperimentale DAB.

Tante le news annunciate al Day 1. Non perdete le novità del day 2..presto sul nostro blog!

Vuoi trasformare il modo in cui la tua azienda crea, fornisce ed esegue applicazioni in modo sicuro su qualsiasi infrastruttura? Docker Datacenter consente alle organizzazioni di fornire un Container as a Service (CaaS) on-premise per accelerare la distribuzione delle applicazioni dallo sviluppo alla produzione! Scarica il Whitepaper per saperne di più! 

DOWNLOAD DOCKER DATACENTER WHITEPAPER



Categorie: Uncategorized, News, Cloud, Devops, Docker, conference


Angela Salgarelli

scritto da Angela Salgarelli

Angela Salgarelli - Marketing

ARTICOLI CORRELATI

22-giu-2016 10.21.15 Posted by Angela Salgarelli

Docker Workshop & Meetup - Roma 7 Luglio 2016

Kiratech ha il piacere di organizzare  con il Docker User Group di Roma

2 MIN LETTURA

Leggi tutto  

22-giu-2016 10.21.15 Posted by Angela Salgarelli

Kiratech è anche a Milano

Da oggi, 2 maggio 2016 gli uffici Kiratech si ingrandiscono e sbarcano anche a Milano!

0 MIN LETTURA

Leggi tutto  

22-giu-2016 10.21.15 Posted by Angela Salgarelli

Kiratech Fastest Growth of the Year - Veeam Partner Awards 2015

Nel mese di Marzo 2016, durante il Partner Summit, Veeam ha conferito i premi “Veeam ProPartner of the Year Awards 2015”.

1 MIN LETTURA

Leggi tutto  

Iscriviti alla nostra Newsletter